ORDINANZA PER LA CURA E LA MANUTENZIONE DEL VERDE PRIVATO

in

..... ai proprietari e/o conduttori di terreni incolti o coltivati; - ai proprietari di aree verdi in genere incolte, abbandonate o aree artigianali/industriali dimesse; - agli amministratori degli stabili con annesse aree pertinenziali destinate a verde, parco, giardino, orto ecc.; - ai responsabili dei cantieri edili aperti; - ai proprietari di aree in genere inedificate recanti depositi temporanei permanenti all’aperto; - ai proprietari di aree verdi in genere; - ai proprietari di aiuole, vasi e fioriere poste su suolo pubblico o su suolo privato prospicienti o comunque visibili da luogo pubblico piantumate con essenze arboree; 
 
ciascuno per le rispettive competenze: 
 
1. di provvedere allo sfalcio delle erbe infestanti, dei rovi e degli arbusti incolti, alla loro rimozione e eventuale diserbo; 2. di provvedere alla regolamentazione delle siepi, al taglio dei rami delle alberature e delle piante che si protendono oltre il confine sul ciglio stradale con conseguente rimozione e smaltimento dello sfalcio e dei residui vegetali, nonché al regolare monitoraggio dello stato vegetativo delle stesse al fine di prevenirne la caduta con conseguente pericolo per la pubblica e privata incolumità oltre all’estirpamento dell’erba lungo tutto il fronte dello stabile e lungo i relativi muri di cinta per tutta la loro lunghezza ed altezza; 3. di mantenere in perfetto stato di conservazione aiuole, fioriere e vasi ubicati su suolo pubblico o su suolo privato prospicienti o comunque visibili dalla pubblica via, assicurandosi che le essenze arboree 
piantumate siano sempre in perfetto stato di conservazione con le necessarie manutenzioni ed eventuali piantumazioni periodiche, oltre che di curare la pulizia delle stesse; 4. che il conferimento dei rifiuti vegetali risultanti dalle operazioni di cui ai precedenti punti siano conferiti presso il centro di raccolta comunale secondo le modalità in uso, o smaltiti in autonomia conformemente alle vigenti norme in materia; 5. di provvedere alla custodia delle aree sprovviste di recinzione perimetrale, al fine di evitare l’abbandono o il deposito incontrollato di rifiuti di ogni genere sul suolo e nel suolo. 

03/07/2017
AllegatoDimensione
ord_00093_28-06-2017.pdf475.93 KB