Insane Climbing Team

La Insane Climbing Team, di cui sono presidente ed istruttore, nonché Accademico del Club Alpino Italiano, Istruttore Nazionale di Alpinismo del CAI e istruttore di arrampicata UISP, ha compiuto nell'aprile scorso il suo quattordicesimo anno di attività all'interno del grande Palasport di Ariccia.
La Insane team nel 2011 ha circa 70 iscritti praticanti questa nuova disciplina sportiva. Gli iscritti vanno dai 8/10 anni fino ai 60 a testimonianza che questa pratica sportiva non pone limiti di età. L'arrampicata sportiva, ormai lontana parente dell'alpinismo, sviluppa qualità psicofisiche individuali a volte dimenticate, privilegia la consapevolezza dei gesti nello sviluppo dell' intelligenza motoria e la si può ritenere "terapeutica" sotto molti aspetti, sopratutto nell'età evolutiva. La pratica dell'arrampicata, ormai di una sicurezza pressochè assoluta negli impianti indoor, comporta la frequentazione di altri arrampicatori e ne consegue l'adeguamento a regole di convivenza nell'uso dell'impianto nonché allo sviluppo del senso di responsabilità quando, tramite l'uso della corda si fa "assicurazione" al compagno di arrampicata.
L'idea di proporre al comune di Ariccia l'installazione della grande parete per l'arrampicata (senz'altro la più grande struttura indoor del centro Italia) fu mia, poiché, dopo molti anni di alpinismo e di arrampicate che mi hanno portato dalle Alpi all'Himalaya, dal Karakorum alla Patagonia, negli Stati Uniti d'America, in Perù e l'intera Europa volevo realizzare il mio sogno coltivato ormai da molto tempo: portare "una montagna" in città, dove poter insegnare e far conoscere questa bellissima e ormai sicurissima attività sportiva che è il "Free Climbing". Questa disciplina, altamente formativa sopratutto nell'età adolescenziale si è ormai integrata anche negli ambiti sportivi scolastici, con gare e circuiti regionali e nazionali principalmente nelle medie superiori. Alcune scuole inoltre si sono dotate di proprie pareti per l'arrampicata, a testimonianza della validità della disciplina sportiva e della grande sicurezza ormai raggiunta.
 
La parete di Ariccia ha un'utenza principalmente adulta che segue specifici allenamenti per poi "realizzare" performance nelle varie e bellissime pareti rocciose di cui la nostra regione è particolarmente ricca. Ci sono atleti di grande talento in seno alla Insane Team, tra cui spiccano Silvia Lupi, Francesca e Beatrice D'alessio, Roberta Lancissi, Raffaella Rossi, Davide Vacca, Daniele Marcheggiani, Filippo Di Rosa e molti altri ma, per scelta forse controcorrente e per vivere questo sport nella più assoluta serenità, la Insane Team non partecipa a gare, non ha medaglie da esibire né appuntamenti da calendario. Ciò non toglie che alcuni associati partecipino a gare o manifestazioni d'arrampicata distinguendosi per le proprie capacità.
  
Una curiosità: il 12 Settembre il sottoscritto e Lynn Iacobini De Fazio come soci della Insane team partiremo verso L'Himalaya con l'ambizioso obiettivo di scalare la difficile ed inviolata Tigher Tooth (dente di tigre) di circa 6000 metri di altezza nella regione dell'Himachal Pradesh-India.
                                                                                                                     Massimo Marcheggiani
 

Galleria fotografica
La grande parete del Palariccia
La grande parete del Palariccia